Grazie alla consulenza scientifica di ArcheoKids e dell’Associazione di Promozione Sociale “M(u)ovimenti, l’Entertainment Game Apps, ltd. lancia un nuovo progetto dal titolo “I racconti del tempo, Time Tales”.

Proseguendo il percorso di “gamification” della storia e del passato già sperimentato con grande successo, la società italo-inglese di videogiochi realizzerà una serie di videogame rivolti ai bambini in età scolare, un prodotto multimediale innovativo che avrà l’obiettivo di favorire un’azione ludica ed educativa a sostegno della conoscenza del patrimonio storico, artistico, archeologico e naturalistico dei territori, delle città e dei musei nazionali.

Non una semplice lezione digitale mascherata da gioco, ma un vero e proprio viaggio, tra imprevisti ed avventure, che guiderà il giocatore attraverso diverse tappe durante le quali saranno presentati i principali temi del mondo etrusco.

Grazie all’esperienza di M(u)ovimeti che da anni svolge attività riguardanti la valorizzazione del patrimonio culturale e nello specifico, tramite il progetto ArcheoKids promuove la conoscenza del patrimonio archeologico declinandone la comunicazione a misura di bambino, Time Tales si prefigge l’obiettivo di far conoscere – giocando, ricercando nuovi strumenti al passo con i tempi per aiutare i bambini a comprendere concetti astratti e lontani dal loro quotidiano.

All’interno del videogioco, il bambino potrà veicolare alcune informazioni che gli verranno fornite grazie alla risoluzione di alcuni enigmi e giochi per poter procedere di livello in livello e così assimilare “pillole” di storia riguardanti la civiltà etrusca.
Protagonista della storia è il giocatore stesso, tutte le scene verranno vissute dal suo punto di vista.

All’inizio del gioco, infatti, verrà chiesto al giocatore di creare un avatar che vivrà l’esperienza. La cornice narrativa prenderà avvio con il giocatore/protagonista che, controvoglia, verrà invitato dai genitori a visitare un museo ma, una volta giunti nel luogo, un luccichio attirerà la sua attenzione. A brillare, all’interno di una vetrina, un kantharos, un antico vaso etrusco. Il bagliore avvolgerà così il giocatore che verrà catapultato indietro nel tempo e in piena epoca etrusca. Inizia così, il gioco vero e proprio; lo scopo sarà recuperare il vaso per poter tornare nel presente. Ad aiutare il giocatore nell’impresa ci sarà Velia, una bambina etrusca che sarà presente durante tutto il viaggio e darà suggerimenti nei momenti di difficoltà.

Time Tales si prefigge come obiettivo quello di creare un’educazione al Patrimonio Culturale e di sensibilizzare i bambini e le famiglie al ricco territorio artistico presente in Italia e in Toscana dove sono ancora visibili le tracce delle civiltà del passato e nello specifico quelle etrusche. Inoltre, l’esperienza di EGA nel settore e quella di ArcheoKids, faranno di Time Tales un valido strumento per la didattica utilizzabile sia a scuola che a casa da parte di insegnanti e genitori.

La struttura del videogioco, inoltre, potrà essere facilmente riadattata per altre epoche storiche, facendo così di Time Tales – gli Etruschi il primo progetto di una lunga serie di games dedicati alla storia e a misura di bambino.

Comunicato Ufficio Stampa EGA – Entertainment Game Apps, ltd.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here