venerdì, 21 Gennaio, 2022

“Faience – Faenza. Dall’antico Egitto al contemporaneo”. Nuova mostra al Museo...

Faïence – Faenza Dall’antico Egitto al contemporaneo 19 novembre 2021- 30 gennaio 2022 A cura di Daniela Picchi e Valentina Mazzotti Mostra promossa da Istituzione Bologna Musei |...

A breve l’apertura della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico per l’anno...

Manca poco, ormai, all'apertura della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (BMTA) per l'anno 2021. Il prestigioso evento, giunto alla sua XXIII edizione, si svolgerà...

Il Viale delle Sfingi, un’affascinante storia di 3500 anni

Il Ministro delle Antichità Khaled el-Anany ha annunciato che sarà imminente l’inaugurazione di Kebash Road, il famoso Viale delle Sfingi che collegherà di nuovo i complessi templari di Karnak e Luxor. Quale migliore occasione per parlarvi dell’affasciante storia di questo viale protagonista indiscusso per più di mille anni di celebrazioni sacre! Il ripristino dell’antica via processionale rimasta nascosta per secoli nel sottosuolo restituirà al Viale la gloria di cui godeva già circa 3500 anni fa, dal momento in cui venne ideato dal faraone della XVIII dinastia Amenhotep III (1386-1349 a.C.) fino al tramonto della gloriosa civiltà egizia. Si tratta del più grande progetto archeologico realizzato nel Medio Oriente e permetterà alla città di Luqsor di divenire il più grande museo all’aperto del mondo.

Sensori al MANN per il monitoraggio ambientale. Al via la rilevazione...

Sensori al Museo per il monitoraggio ambientale I progetti MANN in Colours ed EcoValors si arricchiscono di nuovi percorsi di ricerca. Al via la rilevazione...

Ostia antica e il Museo delle Navi di Fiumicino: un approfondimento.

Il Museo delle Navi di Fiumicino ospita una delle più importanti collezioni di navi antiche del Mediterraneo, di cui i cinque relitti principali formano...

Il Museo Etrusco di Villa Giulia ricorda il suo fondatore: “Felice...

Entrando in un museo raramente ci capita di immaginarlo oltre i limiti delle mura che ne delimitano gli spazi e ancor meno ci capita...