Il Museo Egizio lancia un nuovo sito open access dedicato alla ricerca

0
84

Il portale “Formazione e ricerca” permetterà di consultare e scaricare liberamente gli Atti dei Convegni del Museo. Giovedì 13 maggio la presentazione online di “Statues Also Die. Destruction and Preservation in Ancient and Modern Times”, dedicato al rapporto tra conservazione e distruzione del patrimonio culturale e prima pubblicazione disponibile sul sito.

Teste da Qaw el Kibir, Governatorato di Assiut.

E’ online da oggi una nuova pagina web del Museo Egizio dedicata all’importante attività di studio e approfondimento che l’istituzione porta avanti quotidianamente, tanto al proprio interno quanto attraverso il confronto e la collaborazione con una rete di istituzioni nazionali ed internazionali: il portale “Formazione e ricerca” (raggiungibile dal sito del Museo e all’indirizzo https://formazioneericerca.museoegizio.it) permetterà infatti di consultare e scaricare liberamente gli Atti dei Convegni curati e realizzati dall’istituzione.

La prima pubblicazione disponibile è quella relativa a “Statues Also Die. Destruction and Preservation in Ancient and Modern Times”, convegno realizzato nell’ambito della mostra temporanea “Anche le statue muoiono. Conflitto e patrimonio tra antico e contemporaneo” e dedicato al rapporto tra istituzioni culturali, conservazione e distruzione del patrimonio. In occasione della messa online degli Atti, giovedì 13 maggio alle ore 18.15 il Museo ospita la tavola rotonda “Perché preservare il passato”: un confronto tra egittologi, archeologi, storici e curatori museali introdotta dal direttore Christian Greco, che si focalizzerà proprio sui temi del convegno, approfondendoli grazie a un dialogo tra esperti di discipline diverse.

Dopo la rivista scientifica, la possibilità di consultare online alcuni dei reperti conservati e dei papiri, la piattaforma “Formazione e ricerca” rappresenta quindi un’ulteriore risorsa a disposizione della comunità scientifica, ma non solo: “Garantire il più ampio accesso alla propria attività di ricerca ritengo che sia uno dei compiti principali che un museo è chiamato a svolgere, e la scelta di rendere disponibili a tutti i nostri Atti dei Convegni è certamente in linea con questo obiettivo – dichiara Christian Greco, direttore del Museo Egizio -. Il nostro museo è un’istituzione viva, dinamica e moderna, che mira ad una profonda crescita culturale attraverso il confronto e il dialogo con altre discipline, dall’egittologia ai beni culturali, dal restauro all’inclusione sociale: sono solo alcuni
degli argomenti affrontati nel corso di Convegni ed Incontri svolti in Museo nel corso degli anni e che troveranno in questo portale spazio, condivisione e accesso gratuito, nell’ottica di favorire la diffusione della conoscenza”.

Per maggiori informazioni sull’evento del 13 maggio: https://museoegizio.it/esplora/appuntamenti/perchepreservare-
il-passato-tavola-rotonda/

Ufficio stampa della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here