Dal 17 marzo al 17 aprile 2020, presso l’Ecole Française de Rome in Piazza Navona a Roma, sarà aperta la mostra temporanea intitolata “Alle origini del Galermi. Un acquedotto attraverso la Storia.“, concepita con la collaborazione dell’Archivio di Stato (sezione di Siracusa) e con il Polo regionale di Siracusa per i siti e il Museo archeologico regionale Paolo Orsi.

L’acquedotto Galermi, conosciuto come “canale Galermi”, è stato oggetto di un programma di ricerca interdisciplinare condotto da un team di Aix-Marseille Université (AMU) tra il 2012 e il 2016. Testimone della lunga storia della città di Siracusa, l’acquedotto ha attraversato il tempo e la storia: creato per portare l’acqua potabile nella città antica, è stato rimaneggiato a partire dal Cinquecento ed è ormai destinato all’irrigazione del territorio, la cui prosperità agricola è tuttavia minacciata dalla vetustà di questa opera, unica nel Mediterraneo. La regione Sicilia, cosciente del suo valore economico e patrimoniale, ha deciso di impegnarsi per il suo restauro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here