martedì, 23 Luglio, 2019

Un cittadino illustre di Reggio Calabria: il poeta Ibico

Ibico fu un poeta greco nato nell’antica città di Rhegion intorno al VI secolo a.C. Di famiglia aristocratica, figlio di Fitio, si sarebbe formato alla scuola del famoso poeta siciliano Stesicoro. Sappiamo che si trasferì a Samo e visse alla corte del tiranno Eace, per chi data il suo arrivo sull’isola intorno al 564-540 a.C., oppure, presso la corte del figlio di Policrate, per chi come Eusebio fissa l’arrivo del poeta a Samo introno al 536-532 a.C. Lì incontrò un altro celebre poeta greco, Anacreonte.

Il Termopolio della Regio V – le immagini

Ancora una testimonianza della vita quotidiana a Pompei si racconta attraverso la scoperta dell’ultimo Termopolio (tavola calda), recentemente affiorato dagli scavi della Regio V. Le decorazioni del bancone raffigurano una bella figura di Nereide e l’illustrazione dell’attività stessa che si svolgeva nella bottega.

Nuovi scavi e ricerche a Pompei in collaborazione con università italiane...

Oltre al grande cantiere dei nuovi  scavi della Regio V, sono in corso indagini in aree già alla luce, allo scopo di approfondire la conoscenza delle fasi più antiche della città e acquisire ulteriori elementi relativi alla storia degli spazi urbani, al loro impiego nel tempo e alla influenza sulla vita sociale ed economica della città. Una conoscenza che è alla base della tutela e della salvaguardia del sito. 

Scoperta tomba di un guerriero di 3500 anni fa. Al suo...

Una straordinaria incisione su agata ritrovata in un corredo funebre dell’età del bronzo mostra aspetti dell’arte greca che mai avremmo immaginato. Il piccolo manufatto...

Mirabilia Maris, tesori dei mari di Sicilia

È una mostra itinerante ed internazionale, che nasce ideologicamente a Palermo ma che è stata presentata per la prima volta ad Amsterdam ed arriva quindi in Sicilia per una seconda tappa fino a marzo 2017, per poi ripartire e toccare altri importanti musei europei. La bellissima esposizione, allestita in una delle sale del cortile interno, che abbiamo visto in anteprima, è dedicata agli splendidi reperti subacquei trovati nel mar di Sicilia il cui arco cronologico va dalla preistoria fino alle epoche più recenti, con lo scopo di far conoscere ai siciliani e non, l’immenso patrimonio storico e archeologico presente sotto il livello del mare e sconosciuto ai più. Lo stile delle sale non può che essere ispirato al mondo marino, e il visitatore avrà la possibilità di ripercorrere 2500 anni di storia sommersa siciliana fino al XVI secolo, dando così visibilità anche all’intenso operato di recupero degli archeologi subacquei che, tramite i moderni mezzi di indagine, hanno portato alla luce dei veri e propri tesori inabissati.

Scoperto un relitto bizantino a Porto Ulisse (RG)

Ritrovato al largo di Ispica (RG) in zona Porto Ulisse, un relitto del VI sec. d.C. A soli due metri di profondità, Antonio Giunta,...
Acquistando cliccando sul banner sottostante contribuisci alla realizzazione dei nostri progetti.