La Villa “B”, detta di “Lucio Crassus Tertius”, ha regalato una nuova scoperta ai ricercatori statunitensi di The Oplontis Project che sono tornati a scavare a Torre Annunziata nell’antica area suburbana della vicina Pompei.

Nelle vicinanze del cortile interno della villa è stato rinvenuto un piano pavimentale realizzato con mattoni in cotto molto resistenti, forse per ospitare un’attività artigianale. Questo pavimento è stato rinvenuto al di sotto di quello risalente al 79 d.C. (anno dell’eruzione distruttiva del Vesuvio), ed è databile al I o II secolo a.C.

Vi invitiamo a leggere l’articolo completo a questo link.

Fonte: National Geographic

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here