“Missione Egitto 1903 – 1920. L’avventura archeologica M.A.I. raccontata”: al Museo Egizio la mostra è prorogata fino al 14 gennaio 2018

0
776

Quasi 200.000 visitatori e un grande apprezzamento di pubblico per la mostra che ripercorre i passi della Missione Archeologica Italiana in Egitto nei primi decenni del Novecento

Il Museo Egizio annuncia la proroga della mostra “Missione Egitto 1903 – 1920. L’avventura archeologica M.A.I. raccontata” fino al 14 gennaio 2018. Inaugurata lo scorso 11 marzo 2017, la mostra è stata visitata da quasi 200.000 persone provenienti da tutto il mondo.

Una mostra molto gradita dai visitatori che, per la prima volta, possono ammirare i preziosi materiali d’archivio che hanno permesso di ricostruire le vicende delle grandi scoperte archeologiche del secolo scorso.

“Missione Egitto 1903 – 1920. L’avventura archeologica M.A.I. raccontata” ripercorre i passi della Missione Archeologica Italiana in Egitto nei primi decenni del Novecento, tra successi, imprevisti e difficoltà. Attraverso un’eccezionale rassegna di foto storiche scattate durante le campagne di scavo, documenti, lettere, oggetti e reperti archeologici, inseriti in ricostruzioni reali e virtuali, il pubblico può vivere in prima persona la grande avventura che ha permesso l’ampliamento delle collezioni del Museo Egizio, così come lo conosciamo oggi.

Molto apprezzata anche la collaborazione con la Scuola Holden per la realizzazione della speciale audioguida – anche in lingua inglese – nella quale la voce di Ernesto Schiaparelli rivive attraverso i testi di Alessandro Avataneo e l’interpretazione di Gianluca Ferrato.

Una “telefonata impossibile” capace di ricreare l’atmosfera e le emozioni provate dai protagonisti della missione archeologica e di coinvolgere in questa grande avventura tutti quelli che la ascoltano.

La mostra, la seconda temporanea organizzata dal Museo Egizio, curata da Paolo Del Vesco e Beppe Moiso, è strettamente collegata alla collezione permanente del Museo ed esprime la forte volontà, da parte di quest’ultimo e del suo Direttore, di valorizzare i preziosi reperti custoditi nelle sue sale e di sottolineare l’importanza senza tempo della ricerca archeologica. Strumenti e iniziative che hanno reso grande in tutto il mondo il Museo Egizio.

Qui il reportage del direttore Paolo Bondielli in visita alla mostrahttps://mediterraneoantico.it/articoli/egitto-vicino-oriente/missione-egitto-1903-1920-museo-egizio-scava-nel-suo-passato/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here