La seconda giornata della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

0
606

Anche la seconda giornata della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico volge al termine e lo fa con una giornata ricca e ampia di temi archeologici che si concluderà stasera con una Lectio Magistralis in Basilica di Roberto Vecchioni sul tema “La Calabria antica, un viaggio tra Musica e Parole”.

Protagonista della giornata la città di Paestum con l’intervento del suo direttore Gabriel Zuchtrieghel durante la conferenza su “Archeologia e Paesaggio” che presenta al pubblico “lo scavo spettacolare” dell’Anfiteatro, i cui lavori inizieranno nel 2018, che inseriranno così nella splendida cornice del parco, il quarto gioiello dell’antico oltre i già noti templi di Cerere e Nettuno e la Basilica. Il progetto prevede di riportare alla luce lo spettacolare monumento interrato e coperto dalla statale 18, la strada Regia delle Calabrie, costruita da un ingegnere borbonico all’inizio del 1800 e che va da Porta Aurea a Porta Giustizia. Lo scavo dell’Anfiteatro sarà “open”, cioè aperto a tutti coloro che vorranno vedere il procedere dei lavori di dissotterramento e sarà avviato dietro finanziamenti già il prossimo anno.

Protagonista della giornata è ancora l’archeologia con la consegna in mattinata del “Premio Antonella Fiammenghi”, istituito nel 2007 nel ricordo del Direttore del Parco Archeologico di Velia per gratificare quanti divulgano il turismo archeologico e la Borsa attraverso l’impegno universitario, svolgendo la tesi di laurea sul tema.

Emozionante e significativa è stata nel pomeriggio, la consegna di un premio alla migliore scoperta archeologica del 2015, l’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad, che è andato alla Francia per la scoperta della Tomba celtica a Lavau. Il premio è stato consegnato all’INRAP Institut National de Recherches Archéologiques Préventives nella persona del Presidente Dominique Garcia che si è visto dare la prestigiosa targa da Fayrouz Asaad, archeologa e figlia dell’eroico padre Khaled, l’uomo di Palmira. Ricordiamo che il premio è assegnato da Archeo in collaborazione con le testate internazionali, tradizionali media partner della BMTA: Antike Welt (Germania), as. Archäologie der Schweiz (Svizzera), Current Archaeology (Regno Unito), Dossiers d’Archéologie (Francia).

Special Award, ovvero il premio con i maggiori like sulla pagina FB della BMTA è stato consegnato alla Tomba etrusca di Città della Pieve, una scoperta di fondamentale valore per il territorio pievese, che entrerà così a far parte della rete delle Città Etrusche.

Con grande sorpresa per MediterraneoAntico possiamo comunicarvi di un’intervista esclusiva proprio con Fayrouz Asaad che attraverso parole e attimi di commozione ci racconterà della sua Palmira, la regina del deserto martoriata e distrutta dai recenti attacchi dell’Isis.

GALLERY:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here