Nell’area che accoglie la grande necropoli di Ahlada, vicino alla città di Florina, nella Grecia settentrionale, in questa ultima stagione sono state riportate alla luce 200 tombe che hanno restituito, tra gli altri ricchi reperti, una preziosa maschera d’oro ed elmetti in bronzo.

(ph. Greek Reporter)

A darne notizia venerdì scorso il Ministero della Cultura greco che, nell’annunciare il ritrovamento, ha sottolineato che i reperti più impressionanti provengono dalle tombe di guerrieri membri di una potente aristocrazia militare del VI secolo a.C.

(ph. Greek Reporter)

Tra i manufatti recuperati, oltre alla preziosa maschera funeraria, quattro elmi di bronzo, punte di lancia di ferro e frammenti di spade anch’esse forgiate nella stessa lega, un modello di carro agricolo sempre realizzato in ferro, una grande urna di bronzo con manici decorati e un’armatura in bronzo: un ricco bottino lasciato dai predatori di tombe che sin dall’antichità hanno saccheggiato le tantissime sepolture di cui è composta la necropoli. Sono infatti quasi 1.300 le sepolture di varie epoche trovate finora in quest’area un tempo terra dei temibili soldati macedoni. Chissà quanti altri tesori riaffioreranno ancora!

(ph. Greek Reporter)
(ph. Greek Reporter)
(ph. Greek Reporter)

Source: Greek Reporter

Articolo precedenteVedi Bibracte…e vuoi tornarci!
Prossimo articoloIn ricordo di due grandi maestri
Tiziana Giuliani

Egittofila, fin dall’infanzia appassionata di Antico Egitto, collaboratrice sin dai primi numeri di EM-Egittologia.net Magazine, redattrice di MediterraneoAntico.it. Organizza conferenze ed eventi legati al mondo degli Egizi, ha visitato molte volte la terra dei faraoni dove svolge ricerche personali. Dall’estate del 2017 collabora con lo scrittore Alberto Siliotti nella realizzazione dei suoi libri sull’antico Egitto. Appassionata di fotografia, insegna ginnastica artistica ed ha una spiccata predisposizione per le arti in genere.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here