Fino al 27 settembre 2016, ogni martedì la Galleria degli Uffizi effettua un‘apertura continuata dalle ore 19 alle ore 22. L’ingresso nel museo è a pagamento ed è possibile prenotare la visita attraverso il sito web www.uffizi.it oppure chiamando il numero di Firenze Musei 055-294883; da tener presente che l’ultimo ingresso prenotabile è fissato alle ore 20.

Nell’ambito del prolungamento d’orario, e in collaborazione con Firenze Musei, le Gallerie degli Uffizi propongono la rassegna dal titolo Uffizi Live, calendario di appuntamenti di musica, teatro, danza e performance delle più diverse arti dello spettacolo. Ogni martedì tra le 19 e le 21 circa, all’interno delle sale del museo i visitatori avranno l’opportunità di godere non solo delle opere d’arte della collezione, ma anche di un ampio ventaglio di proposte artistiche che spazieranno dai repertori e dai linguaggi espressivi più classici delle diverse arti performative fino a quelli più contemporanei.

Per martedì 14 giugno è in programma un doppio appuntamento, sia musicale sia di danza.

 Ensemble Musicheria

Il quartetto Musicheria – ovvero Carlo Bonamico (basso/contrabbasso), Claudio Giovagnoli (sassofoni), Franco Santarnecchi (tastiere), Bernardo Guerra (batteria), è un ensemble jazz fortemente influenzato dalla world-music e  sonorizzerà le letture fatte da Milena Mammato, in una rievocazione delle atmosfere della Firenze di fine ‘800 e inizio ‘900, raccontate attraverso gli “occhi stranieri” di illustri viaggiatori d’eccezione. Le letture, saranno tratte da scritti e biografie di Henry James (“Ritratto di Signora”) ed Herman Melville (“Moby Dick”), che ben ha descritto un viaggio interiore attraverso la ricerca dell’impresa del capitano Achab. Il quartetto interagirà con le letture attraverso sonorizzazioni estemporanee e brani tratti da “Aleph”, ultimo lavoro discografico da poco pubblicato. Il Jazz, musica che nasce dall’incontro di culture differenti, in costante evoluzione e ripensamento di sé e la World-Music, espressione di peculiarità e tradizioni di singole aree geografiche, ben sintetizzano il significato dell’esperienza del viaggio, nella quale ciascuno col proprio bagaglio culturale si apre all’incontro ed allo scambio con altre realtà, arricchendosi di nuovi contenuti e talvolta riconsiderando alcune certezze. Il quartetto, avvalendosi di un linguaggio a cavallo fra i due generi musicali, farà da supporto e contrappunto alle letture di viaggio.

Versiliadanza

Il corpo di ballo presenterà “Looking for visions”, coreografia e interpretazione Leonardo Diana e Angela Torriani Evangelisti. La performance di danza contemporanea coinvolge due personaggi, un uomo e una donna, che si muovono nelle sale del museo come normali visitatori, ma a volte si fermano e danzano nei diversi spazi. Attraverso il movimento i danzatori riflettono sui temi trattati dai quadri, si impossessano dello spazio espositivo, animandolo e rendendolo vivo. La performance riflette sul concetto di connessione: sul modo in cui il corpo è connesso tra le sue parti e in cui i corpi si connettono l’un l’altro in maniere inusuali grazie ad un’ispirazione esterna. E’ il corpo stesso che dipinge lo spazio traendo spunto dalle opere d’arte.

 Tutte le performances si concluderanno entro le 21 in tempo per dare il via alle procedure di chiusura del museo.

Fonte: Ufficio stampa Polo museale fiorentino

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here