La fortuna degli Etruschi

0
863

Il 23 ottobre alle ore 11.00 nella Sala degli Arazzi di viale Mazzini 14 in Roma, sarà presentato in anteprima il documentario, prodotto da Rai Cultura, “La fortuna degli Etruschi” che andrà in onda su Rai Storia il 30 ottobre alle 21.10. Alla conferenza stampa di presentazione interverranno il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini, il Direttore di Rai Cultura Silvia Calandrelli e il Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia Valentino Nizzo.

Il documentario costituisce una nuova tappa del progetto “Italia viaggio nella bellezza” realizzato da Rai Cultura in stretta collaborazione con il MiBACT ed è stato selezionato per lanciare la prossima stagione di questa importante iniziativa congiunta di valorizzazione del patrimonio culturale nazionale. Partendo dai capolavori Etruschi esposti nel museo di Villa Giulia il documentario offre un itinerario inconsueto alla scoperta della fortuna di una delle civiltà più affascinanti dell’Italia preromana, la cui eredità è ancora oggi parte integrante del nostro patrimonio identitario collettivo nazionale ed europeo. Il documentario, curato da Massimiliano Griner con la consulenza scientifica di Luca Peyronel e la regia di Marzia Marzolla e Matteo Bardelli e la supervisione di Eugenio Farioli Vecchioli, Capo Progetto di “Italia viaggio nella Bellezza”, sarà proiettato al pubblico in anteprima assoluta nella sala della Fortuna del Museo di Villa Giulia, giovedì 26 ottobre alle ore 17. La presentazione costituirà una occasione di riflessione sul tema della fortuna degli Etruschi e sulle potenzialità e i problemi della comunicazione e divulgazione della loro cultura nella contemporaneità. Alla discussione parteciperanno gli Autori insieme a rappresentanti del mondo della cultura. L’iniziativa costituisce la conferenza inaugurale del ciclo gli “Etruschi senza Mistero” che interesserà la programmazione culturale del Museo di Villa Giulia da novembre 2017 a maggio 2018.

La partecipazione all’evento e l’ingresso al Museo saranno eccezionalmente gratuiti fino all’esaurimento dei posti disponibili. Non occorre prenotazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here