Convegno Nazionale di Orientalistica: “Egitto e Vicino Oriente antichi: tra passato e futuro”

0
905

Per la prima volta dopo anni, l’Orientalistica italiana ha sentito l’esigenza di creare un momento di incontro collettivo con l’intento di sviluppare progetti comuni e di individuare prospettive interdisciplinari di ricerche e studi. Il ruolo di Pisa nella formazione delle discipline orientalistiche ha una tradizione antichissima e ancora oggi è un punto catalizzatore sia di studi che di ricerca, con una preminenza riconosciuta a livello internazionale. Pertanto, Pisa ha sia l’onore che l’onere di ospitare il primo incontro su due giorni (5-6 giugno 2017) degli orientalistici italiani. I due giorni vogliono essere un’occasione di riflessione collettiva, che affronti, da un lato, il ripensamento critico del passato e presente delle discipline coinvolte e si confronti, dall’altro, sul loro futuro: quello che si va delineando e quello che si vuole costruire.

Importanza dei relatori invitati:

I relatori invitati rappresentano le persone che hanno contribuito o che contribuiscono tuttora alla formazione e alla direzione degli studi nelle specifiche discipline orientalistiche: Clelia Mora e Stefano De Martino per l’Anatolistica, Francesco Pomponio per l’Assiriologia, Paolo Matthiae e Stefania Mazzoni per l’Archeologia del Vicino Oriente, Edda Bresciani e Patrizia Piacentini per l’Egittologia, Riccardo Contini per la Semitistica, Lucio Milano e Mario Liverani per la Storia del Vicino Oriente antico. La presenza di questi relatori assicura un impatto mediatico notevole sia tra gli studiosi specialistici che tra il pubblico generale.

Novità nell’approccio strutturale:

A fianco di una struttura tradizionale, l’evento propone anche un nuovo approccio metodologico al fine di generare una maggiore interazione tra i relatori stessi e tra relatori e pubblico, che viene invitato a partecipare in modo attivo all’evento. Le sessioni tematiche ospiteranno presentazioni brevi, di dieci minuti ciascuna, su singoli aspetti di ricerca, che faranno da corredo ad un testo scritto, che sarà messo a disposizione dei partecipanti ancor prima che l’evento abbia inizio (15 maggio, contributi scaricabili sul sito internet). Al termine di ciascuna sessione tematica, il pubblico sarà invitato a prendere parte alla discussione, quindi ad intervenire su punti specifici in maniera più scientifica, avendo precedentemente preso visione dei testi degli interventi. Questo permetterà di approfondire ulteriormente i temi affrontati, evidenziare problematiche comuni, suggerire nuove linee di ricerca e creare possibilità di interazione tra le discipline.

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti, ma è necessario iscriversi entro il 15 maggio su:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-egitto-e-vicino-oriente-antichi-tra-passato-e-futuro-33113747109

 

Pisa, 5-6 giugno 2017 (Polo Carmignani, Aula 2, in Piazza dei Cavalieri 8)

 

Per maggiori informazioni: 

http://egittologia.cfs.unipi.it/it/convegno-di-orientalistica/

e-mail: evoa.pisa@gmail.com

 

Qui il programma dettagliato: