Scoperta quella che sembra essere l’antica sala del trono del labirintico Palazzo di Zominthos, unico sito scavato nelle montagne di Creta.

La possibile sala del trono del Palazzo di Zominthos, Creta (ph. Ministero della Cultura greco)

Il Ministero della Cultura greco, qualche giorno fa, ha annunciato che, data la collocazione della zona esaminata, ciò che è stato individuato fa pensare di aver finalmente trovato la sala più importante dell’antico palazzo di Zominthos, situato sull’altopiano del Monte Psiloritis.

Oltre alla moltitudine di vasellame, è stato rilavato un corridoio con pilastri che conduceva alla stanza centrale. Inoltre un sofisticato sistema di drenaggio delle acque convogliate in tubi di argilla, diversi oggetti di ossidiana e numerosi rhytà, vasi cretesi utilizzati nei rituali, sono tutti indizi che concorrono a far considerare molto alta la probabilità di essere davanti alla sala del trono.

Ceramiche cretesi trovate nel Palazzo di Zominthos, Creta (ph. Ministero della Cultura greco)

L’intera area, inoltre, fornisce prove di un’estesa lavorazione dei metalli, la quale si presume avvenisse all’interno del complesso.

Questo luogo, come testimonia l’oggettistica rinvenuta, fu apparentemente utilizzato già in periodi precedenti, dal 1.900 a.C. a circa il 1.400 a.C. e fu costruito su un edificio ancora più antico, locato su un affioramento roccioso.

Gli scavi sono stati supervisionati dall’archeologa Effie Sapouna Sakellaraki, che iniziò a scavare l’area, in collaborazione del suo defunto marito Yiannis Sakellarakis, durante i primi anni Ottanta.

Veduta sul Palazzo di Zominthos, Creta (ph. Ministero della Cultura greco)

Source: Greek Reporter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here