Recuperato un altro reperto egizio a Parigi

0
1071

L’Ambasciata d’Egitto a Parigi ha ricevuto un rilievo calcareo risalente al regno di Nectanebo II , XXX Dinastia, dopo l’interruzione della sua vendita in un sala d’asta nella capitale francese.

Il reperto recuperato a Parigi
Il reperto recuperato a Parigi

Shaaban Abdel Gawad, supervisore generale del Dipartimento Recupero Antichità presso il ministero, ha comunicato che il rilievo era stato rubato nel 1990 da un tempio della necropoli di Saqqara e non era più stato ritrovato. La scorsa settimana, durante il monitoraggio degli elenchi di tutte le sale d’asta internazionali su internet, il Dipartimento di Recupero delle Antichità ha notato che il rilievo faceva parte di una delle liste di una sala d’asta di Parigi. Il Ministero delle Antichità è riuscito a fermare la vendita del rilievo dopo la presentazione di tutte le procedure legali comprovanti il possesso e il diritto di recupero; quindi la casa d’asta ha ritirato il rilievo dal mercato consegnando il reperto all’Ambasciata d’Egitto di Parigi.

Il rilievo, scolpito in pietra calcarea, raffigura la dea Sekhmet nelle sue sembianze di leonessa con il disco solare in testa. Vi è inciso anche il cartiglio del  faraone Nectanebo II.

Il reperto è stato subito sottoposto ad interventi di restauro ed è temporaneamente in mostra al Museo Egizio di piazza Tahrir fino a quando non ritornerà di nuovo in bella mostra nella sua posizione originale a Saqqara.

Source: Ministry of Antiquities, Cairo

Traduzione : Tiziana Giuliani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here