L’eccezionale recupero del 12°rostro della Battaglia delle Egadi sarà presentato in conferenza stampa

0
1370

L’ eccezionale recupero del 12° rostro nel luogo della “Battaglia delle Egadi”, combattuta
nel 241 a.C. tra Romani e Cartaginesi, sarà presentato durante una conferenza stampa indetta dalla Soprintendenza del Mare.

l rinvenimento è avvenuto nell’ambito della campagna di ricerche “Egadi Project 2017”, condotte dalla Soprintendenza del Mare e dalla GUE (Global Underwater Explorer), in collaborazione con l’ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica, il Comune di Favignana, l’AMP Isole Egadi e la RPM Nautical Foundation.

Le immersioni esplorative, effettuate a profondità tra i 70 e i 100  metri, si sono svolte sull’area già nota come teatro della celebre battaglia e sulla probabile zona di ancoraggio della flotta romana a ridosso dell’Isola di Levanzo. I risultati saranno presentati nella conferenza stampa che si terrà Venerdì 20 ottobre 2017 alle ore 16.00, presso la Soprintendenza del Mare in via Lungarini 9 a Palermo. All’incontro prenderanno parte il
Soprintendente Sebastiano Tusa, il Sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto, il Direttore del Polo museale di Trapani Luigi Biondo, il Direttore dell’Area Marina Protetta Isole Egadi Stefano Donati, tecnici della Soprintendenza del Mare e della GUE. Sarà possibile visionare e filmare quanto recuperato, di grande interesse scientifico e di assoluta novità nella campo dell’archeologia subacquea.

Qui tutte le informazione sulla campagna e l’eccezionale scoperta: https://mediterraneoantico.it/articoli/archeologia-classica/con-il-recupero-del-12rostro-si-conferma-il-luogo-della-battaglia-tra-romani-e-cartaginesi-alle-egadi/

Articolo precedenteDomenica all’insegna della cultura: visita al Museo archeologico del Friuli occidentale
Prossimo articoloUna testa lignea emerge dalle sabbie di Saqqara
Alessandra Randazzo

Studia Lettere Classiche presso il DICAM dell’Università di Messina. Ha ricoperto il ruolo di redattrice e social media manager per www.mediterraneoantico.it e attualmente per la testata Made in Pompei, inoltre è Ufficio Stampa per la società di videogames storici Entertainment Game Apps, Ltd.
Durante la carriera universitaria ha partecipato a numerose campagne di scavo e ricognizione presso siti siciliani e calabresi.
Per la cattedra di Archeologia e Storia dell’arte Greca e Romana presso il sito dell’antica Finziade, Licata (AG) sotto la direzione del Prof. G.F. La Torre, febbraio-maggio 2012; per la cattedra di Topografia Antica presso Cetraro (Cs) sotto la direzione del Prof. F. Mollo, luglio 2013; per la cattedra di Topografia Antica e Archeologia delle province romane presso il sito di Blanda Julia, scavi nel Foro, Tortora (Cs) sotto la direzione del Prof. F. Mollo, giugno 2016.
Ha inoltre partecipato ai corsi di:
“Tecnica Laser scanning applicata all’archeologia” in collaborazione con il CNR-IPCF di Messina, gennaio 2012;
Rilievo Archeologico manuale e strumentale presso l’area archeologica delle Mura di Rheghion – tratto Via Marina, aprile-maggio 2013;
Analisi e studio dei reperti archeologici “Dallo spot dating all’edizione”, maggio 2014; Geotecnologie applicate ai beni culturali, marzo-aprile 2016.
Collabora occasionalmente con l’ARCHEOPROS snc con cui ha partecipato alle campagne di scavo:
“La struttura fortificata di Serro di Tavola – Sant’Eufemia D’Aspromonte” sotto la direzione della Dott.ssa R. Agostino (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria) e della Dott.ssa M.M. Sica, 1-19 ottobre 2012;
Locri – Località Mannella, Tempio di Persefone sotto la direzione della Dott.ssa R. Agostino (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria), ottobre 2014;
Nel marzo 2014 ha preso infine parte al Progetto “Lavaggio materiali locresi” presso il cantiere Astaldi – loc. Moschetta, Locri (Rc) sotto la direzione della Dott.ssa M.M. Sica.

Collabora attualmente con la redazione di: www.osservarcheologia.eu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here