giovedì, 20 Gennaio, 2022

I GIOVEDI’ del MArTA by NIGHT:…DEI, EROI, MOSTRI sui tetti della...

Selezionati dalla cospicua mole di antefisse tarantine, custodita nei depositi del MArTA, saranno presentati al pubblico gli esemplari più significativi che raffigurano prevalentemente soggetti mitologici e testimoniano al contempo la sapienza tecnica e la inesauribile creatività degli artigiani che operavano nelle botteghe tarantine, attestando inoltre la notevole presenza sul territorio della polis di edifici sui tetti dei quali erano collocate le antefisse.

8 marzo: Giornata Internazionale della donna

Anche quest’anno per l’8 marzo tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente alle donne. Una giornata di festa che il Ministero dei Beni e delle Attività e del Turismo, guidato da Dario Franceschini, celebra, insieme alle aperture gratuite, con un’apposita campagna di comunicazione social e una galleria di donne eccezionali, la cui fama ha attraversato i secoli anche grazie all’arte e alla cultura.

La storia del Museo Egizio e delle sue collezioni rivive tutti...

Durante i giovedì di agosto, alle ore 15.40, le preziose collezioni del Museo Egizio - via Accademia delle Scienze 6 - offrono ai visitatori la possibilità di approfondire particolari...

Una mummia da salvare fa la TAC al Policlinico di Milano

Lunedì 21 giugno la mummia egizia del Museo Civico Archeologico di Bergamo sarà sottoposta a TAC presso il Policlinico di Milano. È questo il primo passo del progetto “Una mummia da salvare” ideato dal Mummy Project, diretto da dr. Sabina Malgora, con la collaborazione del Prof. Luca Bernardo, direttore Casa Pediatrica del Fatebenefratelli.

Al Museo archeologico di Reggio Calabria un ciclo di incontri dedicato...

Prosegue nel mese di marzo il ciclo di conferenze proposto dal Museo Archeologico di Reggio Calabria.L'appuntamento consueto è sempre per il giovedì alle 17.30 in Sala Conferenze.Il leit motiv del percorso culturale è quello della monetazione, in coincidenza con la mostra temporanea dedicata alla numismatica ed esposta al MArRC sino a fine mese.

Vita dei Santi Massimo e Domezio

Secondo la tradizione, Massimo e Domezio erano figli dell’imperatore Valentiniano I (364-375); educati cristianamente, nutrivano il desiderio di vivere come eremiti, osteggiati, però, in questo dal padre. A Nicea fecero conoscenza con un prete di nome Giovanni, al quale confidarono il loro desiderio di farsi monaci. Giovanni li indirizzò a un certo Agabos di Tarso, un anacoreta siriaco, il quale li rivestì con l’abito dei monaci siriani. I due fratelli rimasero presso Agabos fino alla sua morte. Prima di morire, tuttavia, Agabos aveva avuto in sogno una visione nella quale il santo monaco egiziano Macario (300-390) chiamava a sé i due giovani.