domenica, 20 gennaio, 2019

Il bottone di Birkenau

In occasione del giorno della MEMORIA DELLA SHOAH il 27-01-2012 Il Museo mette in primo piano un bottone che è stato trovato a BIRKENAu, nel campo di concentramento in Polonia, a tre km da AUSCHWITZ.

2° Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, 3 giugno 2018

Sono già 40 i Piccoli Musei che hanno aderito all’evento che è una vera Festa dei Piccoli Musei Dopo il successo della Prima Giornata Nazionale...

Una grande estate per il Museo del Bottone

Questo comunicato stampa è anche per chiedere scusa a tutti i soci ed a coloro che seguono il Museo del Bottone. E’ da molto...

12 novembre 1516: nascono le moderne poste europee

Cinquecento anni fa, il 12 novembre 1516, il mastro generale di posta Francesco Tasso e suo nipote Giovanni Battista ottennero l’incarico definitivo di gestori e organizzatori unici delle poste dell’Impero asburgico. Il documento, redatto a Bruxelles, porta la firma di Carlo I d'Asburgo, che in quello stesso anno era stato proclamato re di Spagna e che tre anni dopo succederà al nonno Massimiliano I sul trono imperiale col nome di Carlo V. La patente di Bruxelles è il primo e fondamentale atto di Carlo I nel settore postale e riprende e amplia le due precedenti del 1501 e del 1505, concesse a Francesco Tasso dal padre Filippo il Bello, dando così forma definitiva alle regole organizzative delle comunicazioni postali europee. Per tale motivo il documento può a buon diritto essere considerato l’atto ufficiale di nascita delle poste d’Europa.

Nobili e bottoni

Siamo nel 1800 con tre bottoni con la figura di Maria Antonietta, ghigliottinata dalla Rivoluzione Francese nel 1793. Le figure sono sempre postume alla loro vita. Il primo bottone è una miniatura su carta pitturata a mano, sotto vetro con un cerchio dorato, con otto zaffiri bianchi e otto rosette di metallo. Il secondo su materiale di sintesi, pitturato a mano, una miniatura su carta sotto vetro con un cerchio in rame. Il terzo un bottone di lega metallica.
Acquistando cliccando sul banner sottostante contribuisci alla realizzazione dei nostri progetti.