Da circa 1.700 anni, i fondali del mare del Salento nei pressi di San Pietro di Beveragna (TA) custodiscono un tesoro di inestimabile valore archeologico. Si tratta dei cosiddetti “Sarcofagi del Re“, antichi sarcofagi romani risalenti al III secolo d.C., realizzati in marmo greco e utilizzati – secondo la leggenda – per raccogliere le spoglie mortali di personaggi importanti dell’antica Roma.

Sempre secondo la tradizione, la nave che li stava trasportando verso la capitale si sarebbe inabissata proprio in quel punto, a un centinaio di metri dalle spiagge di San Pietro, poco distante dalla foce del fiume Chidro.

Normalmente poco visibili a causa delle mareggiate che li ricoprono di sabbia, questi straordinari reperti – 23 blocchi, per l’esattezza – sono stati “catturati” in alcuni scatti aerei del fotografo Cosimo Trono.

Fonte: bari.repubblica.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here