venerdì, 30 Settembre, 2022

Ibico di Reggio e Nosside di Locri

Sabato 14 maggio 2016, alle ore 18,30, a Locri (Reggio Calabria), Tempio di Marasà, Parco Archeologico di Locri, si terrà Ibico di Reggio e Nosside di Locri Racconti a due voci in Magna Grecia.

All’Egizio un incontro per indagare l’influenza egiziana nel mondo romano

Giovedì 12 maggio, alle ore 18.00 al Museo Egizio - via accademia delle scienze 6, Torino - il docente dell’università di Leiden, Miguel John Versluys, terrà la conferenza “Egypt in the Roman world & the cultural dynamics of Antiquity” L’incontro, in lingua inglese, organizzato in occasione della mostra “Il Nilo a Pompei”, andrà ad indagare su come il culto della dea egiziana Iside, abbia conquistato il mondo ellenistico e romano, fino a diventare uno dei riti più praticati, tema affrontato anche nell'esposizione visibile fino al 4 settembre.

Presentazione del restauro della Galleria dei Candelabri

La Galleria dei Candelabri è una porzione del lungo corpo architettonico che collega i Palazzi Pontifici e la Cappella Sistina con il Museo Pio-Clementino, cuore della collezione archeologica dei Musei Vaticani, e con l’atrio dei Quattro Cancelli, un tempo ingresso principale dei Musei.

Presentazione del restauro della Galleria dei Candelabri

Martedì 10 maggio 2016, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze dei Musei Vaticani, il Restauro della Galleria dei Candelabri viene presentato da Antonio...

I notturni dei Vaticani

Anche quest’anno, i Musei Vaticani rinnovano l’ormai consueto appuntamento con le aperture notturne spalancando, dal 6 maggio al 29 luglio e dal 2 settembre al 28 ottobre 2016, tutti i venerdì dalle 19,00 alle 23,00 (ultimo ingresso alle ore 21,30), le loro porte al tramonto. I Notturni vogliono in primo luogo confermare un’attenzione particolare dei Musei Vaticani verso il pubblico romano. L’invito, infatti, oltre che alle migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo, è rivolto principalmente verso tutti quei cittadini che desiderano contemplare gli inestimabili tesori custoditi nelle gallerie pontificie ma non ne hanno occasione, durante i consueti orari di apertura, perché impegnati nelle attività familiari e lavorative del giorno.

Il nuovo Museo archeologico di Reggio Calabria

Il clima che ci porta al Museo archeologico di Reggio Calabria è quello delle grandi feste, non solo perché oggi all’inaugurazione erano presenti, oltre le autorità locali, anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, ma perchè la città attendeva da ben dieci anni la riapertura di questo grande polo museale calabrese. Il nuovo museo non è solo quello dei Bronzi di Riace, forse i reperti più identificativi della Calabria archeologica, ma l’obiettivo della nuova dirigenza, capitanata da Carmelo Malacrino, è quello di restituire all’Italia e al mondo un luogo nuovo che conserva e illustra l’ascesa, il lusso e il declino della civiltà della Magna Grecia nata dall’incontro dei coloni Greci con le popolazioni indigene locali.