mercoledì, 20 Ottobre, 2021
Home Autori Articoli di Shamira Minozzi

Shamira Minozzi

7 ARTICOLI 0 Commenti

E’ un’artista italiana che si esprime nell’arte egizia e nella Calligrafia Islamica. E’ ideatrice di innovative composizioni calligrafiche e in virtù dei risultati rag- giunti in questa sua espressione artistica, è stata invitata dall’Ambasciata del Regno dell’Arabia Saudita, a partecipare a un concorso per un bozzetto di francobollo, indetto nel 2004 dal Ministro delle Poste e Telecomunicazioni del Regno di Arabia Saudita. Per il suo eccellente risultato, ottava su più di ottomila partecipanti, ha avuto parole di grande apprezzamento dal Direttore del Ministero delle Poste, che l’ha invitata a continuare a partecipare alle opportunità di confronto artistico saudite. Nel 2004 è stata invitata dall’Ambasciata Egiziana in Roma a fare una mostra di arte islamica insieme a suo padre, Renato Minozzi, affermato artista di arte sacra cristiana (è stato uno dei pittori del Giubileo e ha donato un ritratto a Sua Santità Giovanni Paolo II). La mostra era intitolata “Islam e Cristianesimo: padre e figlia si confrontano con forme e colori per inviare un messaggio di pace”. Nel 2005 ha avuto l’onore di donare una sua opera di arte islamica ad Al Azhar Park, progetto voluto e realizzato da Sua Altezza il principe Karim Aga Khan, che si trova al Cairo. Nel 2006 ha partecipato alla prima Biennale Interna- zionale di Arti Islamica a Torino, ricevendo i complimenti come artista, dal prestigiosissimo Rese- arch Centre for Islamic History, Art and Culture (IRCICA) di Istanbul. Nel maggio 2007 è stata invitata ad esporre la sua esperienza di calligrafa occidentale al convegno internazionale “Islam e occidente: dialogo tra culture”, organizzato dall’Università degli Studi di Parma e dal Teatro Regio. Il 19 giugno ha ricevuto una lettera di apprezzamento e considerazione, sempre per la sua arte islamica, da Sua Altezza Al Thani, Emiro del Qatar il quale, nel gennaio 2010, l’ha invitata in Qatar per una visita ufficiale al Paese, in riconoscenza al suo impegno culturale.
Per la sua competenza e per l’originalità delle sue rap- presentazioni calligrafiche, è stata invitata poi a tenere dei workshop, per insegnare per inse- gnare l’arte della calligrafia islamica nel Museum of Islamic Art, a Doha.