Un gruppo di ricercatori tedeschi dell’Università di Heidelberg e del Curt Engelhorn Center for Archaeometry di Mannheim ha esaminato lingotti e panetti trovati in Turchia, Israele e Grecia risalenti nell’Età del Bronzo.

I dati degli isotopi di piombo e stagno e l’analisi degli elementi in traccia hanno permesso di stabilire che questa lega proveniva dai depositi minerari europei, dato che la regione del Mediterraneo orientale non aveva nessun deposito estrattivo, e quindi la materia prima doveva essere stata importata.

La scoperta dimostra che la rete commerciale internazionale dell’Età del Bronzo che scambiava materie prime come lo stagno, l’ambra, il vetro e il rame, era assai vasta.

Vi invitiamo a leggere l’articolo completo di Daniele Mancini a questo link.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here