MediterraneoAntico consiglia 3 mostre da non perdere

0
555

Settembre

Antinoo
Un ritratto in due parti
Roma, Museo Nazionale Romano
in Palazzo Altemps
a cura di Alessandra Capodiferro
15 settembre 2016 – 15 gennaio 2017

Busto di Antinoo, marmo. Collezione Boncompagni Ludovisi. Roma, Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps
Busto di Antinoo, marmo.
Collezione Boncompagni Ludovisi.
Roma, Museo Nazionale Romano
in Palazzo Altemps

Un appuntamento per ripercorrere l’affascinante e intricata storia del ricongiungimento di un ritratto marmoreo di Antinoo oggi conservato presso l’Art Institute di Chicago, l’altro al Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps. L’esposizione, dopo Chicago, riunisce adesso a Roma i due pezzi mostrando la ricomposizione dell’originale ritratto e illustra
gli studi e le ricerche condotte insieme all’Art Institute e all’Università di Chicago che hanno consentito l’identificazione della scultura.

 

Ottobre

Egitto Napoli.
Collezione egiziana
Napoli, Museo Archeologico Nazionale
a cura di Valeria Sampaolo
dal 8 ottobre 2016

Vasi conopi. Napoli, Museo Archeologico Nazionale
Vasi conopi.
Napoli, Museo Archeologico Nazionale

Giunge alla tappa conclusiva il progetto Egitto Pompei che ha coinvolto il Museo Egizio a Torino e la Soprintendenza Pompei, insieme al Museo Archeologico Nazionale di Napoli,
dove viene riallestita dopo ventisette anni, e chiusa da ormai sei al pubblico, la collezione egiziana del museo. Negli stessi spazi individuati fin dal 1864 come naturale sede delle raccolte Borgia e Picchianti, saranno riesposti gli oltre 1200 oggetti di una delle più importanti collezioni egizie d’Italia, il cui nucleo principale si è formato prima della spedizione
napoleonica. Per facilitare la lettura al pubblico il nuovo percorso è stato articolato per temi: Uomini e Faraoni, La Tomba e il Corredo Funerario, La Mummificazione, Il Mondo magico e religioso, La Scrittura, i Mestieri e l’Egitto in Campania. L’allestimento verrà arricchito da supporti multimediali e da un percorso dedicato ai bambini.

Dicembre

Archaeology & me
Roma, Museo Nazionale Romano
di Palazzo Massimo
a cura di Maria Pia Guermandi (IBC della Regione
Emilia-Romagna) e Rita Paris (MNR in Palazzo Massimo)
dicembre 2016 – aprile 2017

Capolavori di scultura conservati presso il Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo
Capolavori di scultura conservati presso
il Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo

La mostra nasce dai risultati di un concorso pubblico inserito nel Progetto Europeo NEARCH, finanziato dalla Commissione Europea. NEARCH è un network di cooperazione a livello europeo che comprende 14 partner provenienti da 10 Paesi, e intende esplorare i cambiamenti metodologici, sociali, professionali in atto nel mondo dell’archeologia e le loro conseguenze. Il concorso europeo “You(r) Archaeology – Archeologia secondo me”, coordinato da IBC, si rivolgeva ai cittadini europei chiedendo di esprimere la loro idea dell’archeologia. Una selezione delle centinaia di opere pervenute sarà esposta a Palazzo Massimo, presentando i molteplici aspetti di un’archeologia vissuta non solo come feticcio turistico o oggetto da museo, ma come ponte fra passato e presente, richiamo a memorie personali,fonte di ispirazione artistica, legame armonioso col tempo e la natura.
Sarà inoltre organizzata una sezione che intende offrire il punto di vista degli archeologi, la loro risposta, o meglio le loro risposte, alla stessa domanda: che cosa è l’archeologia?
“Archaeology&me” vuole essere una riflessione sulla disciplina archeologica e il suo ruolo nella società contemporanea in un momento storico particolare, quale è quello che l’Europa sta vivendo oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here