Gli scavi nell’area archeologica presso il tempio dorico di Athena a Paestum hanno riservato una sorpresa agli archeologi dell’Università di Salerno guidati da Fausto Longo: dagli strati più superficiali dello scavo è emerso un frammento di una testa tardo-arcaica in pietra.

Il direttore del Parco archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel, ha parlato di “una scoperta totalmente inattesa che apre nuovi scenari“, perché fino ad oggi i ritrovamenti di frammenti del genere sono stati abbastanza rari nell’area interessata dallo scavo.

Difficile per ora stabilire da dove provenga il frammento. Poteva appartenere ad una lastra architettonica, forse una metopa, oppure alle decorazioni di porticati, altari e sacelli che circondavano il tempio della dea guerriera.

Vi invitiamo a leggere l’articolo completo a questo link.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here