La Colonna Traiana rappresenta un “unicum” nell’arte romana. Il genio di Apollodoro di Damasco partorì questo straordinario monumento per celebrare la conquista della Dacia da parte dell’imperatore Traiano fra il 101 e il 106 d.C.

Il repertorio decorativo della Colonna è stato studiato a fondo, mentre invece non è mai stata prestata altrettanta attenzione alle fasi costruttive del monumento: l’estrazione degli enormi blocchi marmorei dalle cave di Luni, il loro viaggio per mare fino al Portus Romae e l’arrivo alla capitale risalendo il Tevere.

Ieri 21 giugno, presso la Limonaia Grande del Giardino di Boboli a Firenze, ha aperto i battenti la mostra intitolata “L’arte di costruire un capolavoro: la Colonna Traiana“, un’esposizione progettata dalle Gallerie degli Uffizi e dal Museo Galileo il cui obiettivo è proprio quello di illustrare il processo di realizzazione della Colonna, con modelli in scala del monumento e delle macchine impiegate nella costruzione.

Vi invitiamo a leggere l’articolo completo a questo link.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here