Il fiore di loto è la pianta araldica dell’Alto Egitto. Nell’antichità il fiore di loto aveva una simbologia legata alla rinascita, al sole e alla vita eterna. Simbolo di tanti amuleti, secondo gli antichi Egizi, teneva lontano il male attraendo invece il bene. Il fiore di loto, secondo alcune leggende legate alla creazione, fu il primo fiore a nascere dal caos primordiale. A Eliopoli la leggenda narra che il fiore, nato dal fango dell’oceano Nun, sbocciò rivelando il dio del sole Atum. Anche la divinità Nefertum fu creata da questo fiore e dalle sue lacrime nascevano gli uomini. Un fiore, il loto, fortemente simbolico per l’antica civiltà egizia e il Museo Egizio di Torino gli dedica una visita speciale e un laboratorio.

Da sabato 26 a lunedì 28 marzo, alle ore 15:30, il Museo Egizio – in via Accademia delle Scienze 6, Torino – propone la visita guidata dedicata alle famiglie: “Seshen: luce di vita eterna”.

“Seshen” è il nome che gli egizi davano al fiore del loto: si tratta di un simbolo così fortemente connesso alla luce del sole, che il mito narra di come proprio un loto, emerso dalle acque primordiali, sia diventato la culla in cui il sole sorge ogni mattina.

Durante questo appuntamento il pubblico sarà guidato alla scoperta degli oggetti più significativi custoditi nel Museo, per far luce su questo elemento, che per bellezza è fortemente presente nella vita degli egizi. Raffigurato nei corredi funerari, nell’architettura, e nei semplici prodotti artigianali, il fiore di loto simboleggiava per questa antica civiltà la rinascita, il rinnovamento e la connessione con il sole.

L’obiettivo della visita e del laboratorio, è quello di trasmettere ai visitatori la volontà dell’antico popolo egizio di ricercare anche attraverso i simboli, come quello del loto, appunto, la vita eterna e la rinascita dopo la morte.

Informazioni
Pubblico: bambini (6-11 anni) accompagnati dai genitori
Data e orari: 26/27/28 marzo ore 15:30
Prezzo al pubblico: €8,00 (biglietto di ingresso escluso)
Prenotazione obbligatoria : dal lunedì al venerdì, 8:30 – 19:00; sabato, 9:00 – 13:00.
telefono: 011 4406903 – mail: info@museitorino.it 

Durante le tre giornate il museo rispetterà i seguenti orari:
sabato 26 e domenica 27 8:30 – 23:00, lunedì 28 8:30 – 19:30

[av_slideshow size=’gallery’ animation=’slide’ autoplay=’false’ interval=’5′ control_layout=”]
[av_slide slide_type=’image’ id=’3899′ video=’http://’ mobile_image=” video_ratio=’16:9′ title=’Deir el-Medina’ link_apply=” link=’lightbox’ link_target=”]
Villaggio degli operai / ph Manuela Fisichella
[/av_slide]
[av_slide slide_type=’image’ id=’3900′ video=’http://’ mobile_image=” video_ratio=’16:9′ title=’Deir el-Medina’ link_apply=” link=’lightbox’ link_target=”]
Dettaglio tomba necropoli / ph Manuela Fisichella
[/av_slide]
[av_slide slide_type=’image’ id=’3901′ video=’http://’ mobile_image=” video_ratio=’16:9′ title=’Deir el-Medina’ link_apply=” link=’lightbox’ link_target=”]
Dettaglio tomba necropoli / ph Manuela Fisichella
[/av_slide]
[av_slide slide_type=’image’ id=’3902′ video=’http://’ mobile_image=” video_ratio=’16:9′ title=’Medinet Habu’ link_apply=” link=’lightbox’ link_target=”]
Tempio Ramesse III / ph Manuela Fisichella
[/av_slide]
[/av_slideshow]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here