STELE FUNERARIA DEL SACERDOTE DI HELIOPOLI Aa-KHEPER-KA-RA-SENEB E LA SUA FAMIGLIA

0
1140

STELE FUNERARIA DEL SACERDOTE DI HELIOPOLI Aa-KHEPER-KA-RA-SENEB E LA SUA FAMIGLIA

Crediti: La collezione egiziana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Crediti: La collezione egiziana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Abbiamo visto nell’articolo di ieri la tipologia di stele presenti nell’antico Egitto, proponendo quella di Hui.
Adesso ne proponiamo un’altra dalla fattura molto simile, anche se più databile alla dinastia precedente, la XVIII.
Ne diamo una descrizione dettagliata che potrà sembrare un po’ troppo schematica, ma che dà l’idea di quanto fosse importante per il defunto rappresentare i familiari ricordandone nomi e titoli.
La stele è rettangolare con la sommità ad arco. E’ divisa in tre registri: sotto la parte centinata troviamo il simbolo dell’eternità che sormonta un vaso posto tra due occhi udjat. Sotto, a sinistra della scena vi è Osiri seduto che indossa la Corona Bianca; nelle mani, che fuoriescono dalle bende, lo scettro was; davanti a lui è stata imbandita una tavola di offerte.
A destra della tavola sono rappresentate in piedi quattro figure maschili: la prima con le braccia levate in segno di preghiera è Aakheper-seneb, Sacerdote di Heliopoli, seguito da suo figlio Huy che offre fiori di papiro; dietro di lui è il figlio di quest’ultimo, lo scriva Hat che reca pane e cacciagione, infine il fratello di questi, lo scriba Mer-Yunu, recante anch’egli fiori di papiro. Aakheperkara-seneb ha la testa rasata e indossa il gonnelino sopra il ginocchio e porta i sandali, segno di prestigio.
Le altre tre figure hanno una capigliatura che giunge fino alle spalle, con le due centrali che indossano una lunga ed elegante sottogonna. Sulle loro teste sono incise undici colonne di testo con in nomi e i titoli dei personali raffigurati e un breve commento all’azione che si sta svolgendo.
Nel registro medio: a sinistra è in piedi Hat, figlio di Huy, che offre incenso e libagioni a due coppie sedute tra le quali è una seconda tavola di offerte: sono Huy e la moglie Meryt e a destra Aakheperkara-seneb e sua moglie Useret-kau. Le due coppie portano sulle teste i coni funerari e sopra di esse sono state vergate 12 colonne di geroglifici che commentano la scena, come già indicato per il registro superiore.
Registro inferiore: a destra sono sedute Hat e Mer-Yuno preceduti dal figlio di Hat (anch’egli di nome Hat) e in piedi, alle loro spalle, sono inginocchiate le loro due sorelle minori (o mogli)Sat.tyi e Ra-ka.
Davanti a loro al centro della scena, è una tavola di offerte, mentre tutto il lato sinistro del registro è occupato da una formula d’offerte disposta su cinque colonne di geroglifici.
Al di spora delle figure altre sei colonne di testo contengono i nomi e i titoli dei personaggi raffigurati.
Tutti, tranne il bambino, portano sulla testa i coni con gli unguenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here