Resti di tempio greco-romano scoperti nei pressi dell’oasi di Siwa in Egitto

0
2027
Resti del tempio greco-romano nei pressi di Siwa (ph. MoA)

Una missione archeologica egiziana dello SCA (Supreme Council of Antiquities) ha scoperto i resti di un tempio greco-romano durante i lavori di scavo al sito archeologico di Al-Salam, a circa 50 km a est dell’oasi di Siwa, l’oasi famosa per custodire il celebre oracolo nel tempio di Amon.

Resti del tempio greco_romano di Al-Salam (ph. MoA)

Il dott. Ayman Ashmawi, responsabile del dipartimento antichità egizie presso il Ministero delle Antichità, ha dichiarato che la missione ha scoperto la parte anteriore del tempio e parti delle sue fondamenta, nonché l’ingresso principale dell’edificio e i resti del muro di recinzione spesso un metro che conduce ad un cortile anteriore il quale presenta in entrambi i lati gli accessi ad alcune camere.

La testa della statua con tratti facciali greci (ph. MoA)

Il capo della missione archeologica, il dott. Abdel-Aziz El-Demery, ha reso noto che durante la rimozione dei detriti dal sito il suo team ha scoperto elementi architettonici (tra cui architravi decorati con scene, parti di pilastri angolari decorati con il motivo architettonico comune nell’era greco-romana del egg-and-dart), resti di vasellame, monete, la testa di una statua di un uomo con delineati dei chiari tratti somatici greci, oltre a due statue di leoni in pietra calcarea delle quali una è acefala.

Il Ministero della Antichità ha disposto che lo scavo continui e che il resto del tempio venga scavato quest’anno.

Motivi architettonici emersi al tempio di Al-Salam (ph. MoA)

Source: MoA

Uno dei leoni in pietra calcarea (ph. MoA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here