Recuperato un rilievo proveniente dal tempio di Hatshepsut

0
1209
Rilievo trafugato dal tempio di Hatshepsut

Altre buone notizie per l’Egitto. Oggi, l’Ambasciata Egiziana a Londra ha ricevuto un rilievo in calcare che era stato trafugato dal tempio di Hatshepsut a Deir el-Bahari, il complesso funerario della famosa regina eretto nella riva occidentale di Luqsor. L’operazione di rimpatrio è riuscita grazie alla collaborazione instaurata tra il Ministero degli Affari Esteri e il British Museum. Il recupero è stato definito “molto importante” in quanto non solo un reperto fatto uscire illegalmente dal territorio egiziano nel lontano 1975 torna a casa, ma potrebbe aiutare nel lavoro di restauro che stanno eseguendo i membri della missione archeologica polacca. Il blocco presenta incisioni geroglifici e risale alla XVIII dinastia. Dopo il contrabbando il rilievo era finito prima in una sala d’asta spagnola e poi acquistato da un commerciante di antichità britannico.

Questo è solo l’ultimo di una serie di reperti oggetto di esportazione illegale e recuperati in questi giorni dal Ministero delle Antichità; oltre al blocco, infatti, sono già tornate a casa due lampade islamiche dagli Emirati Arabi, una stele dalla Svizzera ed altri oggetti dagli Stati Uniti d’America.

 

Sources: Ministery of Antiquities

 

Advertisement
Articolo precedenteVideo Arte sul Tempio di Nettuno
Prossimo articoloIl dio degli inferi rientra nella sua dimora siciliana. Vi raccontiamo la storia dell’Ade di Morgantina
Tiziana Giuliani

Egittofila, sin dall’infanzia appassionata di Antico Egitto, collabora con l’associazione Egittologia.net dal 2010. Ha contribuito alla realizzazione di EM-Egittologia.net Magazine (rinominato poi MediterraneoAntico) seguendone la pubblicazione già dai primi numeri e ricoprendo in seguito anche il ruolo di coordinatrice editoriale. Dal 2018 è capo redattrice di MediterraneoAntico.

Organizza conferenze ed eventi legati al mondo degli Egizi, nonché approfondimenti didattici nelle scuole di primo grado. Ha visitato decine di volte la terra dei faraoni dove svolge ricerche personali; ha scritto centinaia di articoli per la ns. redazione, alcuni dei quali pubblicati anche da altre riviste (cartacee e digitali) di archeologia e cultura generale. Dall’estate del 2017 collabora con lo scrittore Alberto Siliotti nella realizzazione dei suoi libri sull’antico Egitto.

Appassionata di fotografia, insegna ginnastica artistica ed ha una spiccata predisposizione per le arti in genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here