In questi giorni, un’équipe dell’università di Losanna guidata dal professor Michel Fuchs è all’opera nel Parco Archeologico di Pompei per studiare gli affreschi della Casa dei Pittori al Lavoro.

L’attività è iniziata nel 2018 grazie ad un accordo con la Soprintendenza del Parco Archeologico che ha concesso all’équipe elvetica di studiare un gran quantità di frammenti già raccolti e ricomposti in precedenza.

Come ha spiegato il professor Fuchs, l’analisi di questi frammenti ha rivelato che appartengono a tre – forse quattro – soffitti tutti diversi fra loro nei materiali e nelle decorazioni.

Il primo soffitto parzialmente ricostruito ha un fondo bianco e presenta decorazioni floreali e animali (cigni, grifoni, uccelli) inserite in una sorta di quadrettatura rossa e blu. Un altro soffitto su cui l’équipe è attualmente al lavoro è decorato con motivi di stagione, motivi vegetali, organizzati in bande gialle e rosse su fondo bianco, e molto probabilmente era un soffitto che ricopriva un salone.

Il professor Fuchs si dice ottimista sul fatto di poter ricollocare tutti i frammenti disponibili e di ricostruire i soffitti di due o tre stanze della Casa dei Pittori al Lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here