Picasso/Parade Napoli 1917

0
1162

PICASSO\PARADE
Napoli 1917
Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte
Scavi di Pompei, Antiquarium
a cura di Sylvain Bellenger, Luigi Gallo e Emilia Philippot
10 aprile – 10 luglio 2017

Nel 1917 si celebra il centenario del viaggio di Picasso in Italia, forse il più importante della sua vita, al di fuori della Francia e dalla natia Spagna. Il maestro giunge a Roma il 18 febbraio 1917 in compagnia di Jean Cocteau, con cui lavorava alla preparazione di Parade, un balletto per la compagnia dei Ballets Russes di Djagilev, con cui lavorerà nel quinquennio a venire. Nel Belpaese per poco più di due mesi, egli visita Napoli due volte, nei mesi di marzo e aprile. Per tale importante occasione commemorativa, la Soprintendenza di Pompei, il Museo Nazionale di Capodimonte e il Teatro dell’Opera di Roma, promuovono una mostra dal titolo Picasso\Parade: Napoli 1917 che avrà luogo a Capodimonte e Pompei.

Pablo Picasso, Bozzetto per il sipario di Parade, 1917 acquerello e mina di piombo, cm 27,3×39,5, Parigi,
Musee Picasso 

L’evento espositivo permetterà di sottolineare l’importanza dell’incontro diretto con l’antichità a Pompei, fonte inesauribile di ispirazione artistica, e con la cultura popolare napoletana, di cui restituisce la forza vitale nello straordinario sipario concepito per il balletto Parade e nei costumi e scenografie per Pulcinella. Opera di capitale importanza per l’arte del Novecento, il sipario, conservato al Centre George Pompidou di Parigi, sarà presentato a Napoli, per la prima volta, nella sala da ballo della reggia di Capodimonte, accompagnata da un’ampia selezione di lavori del pittore spagnolo.

Nell’Antiquarium di Pompei saranno presentati i costumi del balletto, disegnati da Picasso, messi a confronto con i bozzetti preparatori e una raccolta di maschere africane, la cui conoscenza influenza l’opera di Picasso.

Tre repliche dei balletti Parade e Pulcinella saranno organizzate nel Teatro Grande del sito archeologico. I prestiti in mostra provengono da diversi musei e collezioni private fra le quali il Musée National d’Art Moderne, Centre Georges Pompidou, il Musée Picasso Paris, il Museu Picasso Barcellona, la Fondation Pierre Bergé-Yves Saint Laurent, la Bibliothèque Historique de la Ville de Paris, la Maison Jean Cocteau, Milly la Forêt

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here