Il Museo Egizio incontra Maria Cristina Guidotti per scoprire la formazione della collezione egizia del Museo di Firenze

0
679

Mercoledì 19 aprile, alle ore 18:00 al Museo Egizio appuntamento con la Direttrice del Museo Egizio di Firenze che presenterà numerose testimonianze sulla passione fiorentina per l’Antico Egitto.

Mercoledì 19 aprile, alle ore 18.00, il Museo Egizio ospita la conferenza “Il Museo Egizio di Firenze tra Egittomania e Egittologia” a cura di Maria Cristina Guidotti, Direttrice del Museo Egizio di Firenze. Per comprendere meglio la formazione del Museo Egizio di Firenze, che custodisce la seconda più importante raccolta di vestigie egiziane dopo il Museo Egizio di Torino, bisogna tornare nella Firenze di XVI secolo, quando la città fu permeata dalla passione per l’Antico Egitto.

Già a partire dal XVIII secolo erano, infatti, presenti a Firenze numerosi oggetti provenienti dalla terra del Nilo, che andarono poi a confluire nelle collezioni del Museo Egizio fiorentino. Ma fu poi con il XIX secolo che egittomania ed egittologia intrapresero due strade diverse, anche se parallele. Durante l’incontro la dottoressa Guidotti, ripercorrerà i passi più importanti e significativi della nascita del Museo Egizio di Firenze: dalla famosa Spedizione Franco-Toscana di Jean François Champollion e Ippolito Rosellini nel 1828 e 1829, all’allestimento ideato da Ernesto Schiaparelli fra il 1880 e il 1883, fino alla partenza dell’egittologo per Torino.

Verranno, poi, mostrati alcuni interessanti esempi di egittomania, fenomeno dilagante nella Firenze dell’epoca. L’incontro si concluderà, infine, con uno sguardo alle ultime acquisizioni del Museo fiorentino, nel secolo scorso, e al processo di rinnovamento delle sale, che l’anno passato ha visto un particolare impulso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here