Tra gli appassionati di antico Egitto ferve l’attesa per la conclusione dei lavori in opera ai piedi delle piramidi di Giza, al termine dei quali potremo finalmente visitare quello che verrà consacrato come “IL” Tempio delle Meraviglie: il Grand Egyptian Museum! Se il 2020, data fissata dopo una serie di posticipi, pare a tutti noi lontano, lo è ancora più il progetto che vede coinvolto l’ampio spazio esterno al GEM e l’ambiente circostante.

Vision 2030 è il progetto presentato al Ministero delle Antichità dalla Cube Consultants con il quale vedremo davvero trasformata l’area di Giza.

GEM & Giza 2030 (image © Cube Consultants)
GEM & Giza 2030 (image © Cube Consultants)

Sviluppare la zona intorno alle piramidi e farla diventare un open air museum è l’obiettivo principale del progetto. Come? Reinvestendo nell’area a ridosso delle più grandi costruzioni presenti sulla Terra e creando infrastrutture che garantiscano una moderna viabilità collegando la città alla Piana di Giza. Il progetto prevede quindi la demolizione delle costruzioni ai piedi delle piramidi e la pianificazione di un nuovo quartiere che si svilupperà lungo un immenso viale con strade, aree verdi e una zona residenziale. Di fronte al GEM una grande piazza accoglierà i visitatori, sarà allestito un Open Sphinx Museum e un villaggio a loro dedicato, ci saranno un nuovo parco, una piazza e il grande viale intitolati a Khufu (il sovrano della IV dinastia conosciuto come Cheope, il titolare dell’ultima tra le sette meraviglie del mondo ancora esistente), hotels e un corpo di vigilanza dedicato. Un treno monorotaia rappresenterà uno dei principali mezzi di trasporto per raggiungere facilmente i vari settori, mentre la Khufu Avenue, composta da 4 viali larghi ciascuno 50 metri, con i suoi 10,6 km collegherá il centro al plateau.

GEM & Giza 2030 (image © Cube Consultants)

Mi auguro ardentemente che riusciranno nell’intento, ma prevedo già lunghi ritardi, se non altro per tutti i tesori che potranno trovare non appena inizieranno gli scavi.

Khufu Avenue e la Grande Piramide all’orizzonte. GEM & Giza 2030 (image © Cube Consultants)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here