Gli utenti di TripAdvisor premiano il Museo Egizio, che ottiene il secondo posto nella classifica Travellers’ Choice 2016

0
580

Torino si conferma capitale culturale italiana con ben tre musei nella top ten, il Museo balza dal 6° al 2° posto nella classifica generale

Sarcofago, Museo Egizio
Sarcofago, Museo Egizio

Dopo aver raggiunto, a meno di un anno dalla sua inaugurazione 1 milione di visitatori, il Museo Egizio ha tagliato oggi un ulteriore importante traguardo, classificandosi al secondo posto dei Travellers’ Choice Award 2016, che ogni anno premiano i migliori Musei d’italia in base alle recensioni degli utenti di TripAdvisor.

Il Museo – che l’anno precedente si era fermato al 6° posto – è la più antica realtà museale dedicata alla civiltà sviluppatasi sulle rive del Nilo e con i suoi 3300 reperti custoditi al suo interno vanta la seconda collezione al mondo, nonché la più importante al di fuori dell’Egitto.

La classifica, annunciata oggi da TripAdvisor, il popolare portale per la pianificazione dei viaggi, vede infatti il Museo sul podio insieme alla Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia, entrambi a Firenze.

I vincitori, che sono stati decretati utilizzando un algoritmo che prende in considerazione la quantità e la qualità delle recensioni per i musei di tutto il mondo, raccolte in un periodo di 12 mesi, sono stati premiati per aver conquistato i visitatori grazie alle loro opere d’arte e al patrimonio culturale all’interno custodito. Torino si riconferma invece la città più premiata, con il Museo Nazionale del Cinema che si posiziona al 6° posto e il Museo Nazionale dell’Automobile che rimane stabile alla nona posizione.

museo-egizio-torino-incontri “Siamo molto felici del risultato raggiunto dalla città di Torino e, in particolare, dal nostro Museo” – dichiara la Presidente Evelina Christillin. “E’ un riconoscimento da parte del pubblico internazionale e un ottimo risultato in termini di reputazione, nonché un  motivo di forte orgoglio e uno stimolo per migliorare sempre la relazione con i visitatori ”.

 Sotto la direzione di Christian Greco che ha elaborato un progetto scientifico in grado di competere con i grandi musei internazionali, il percorso espositivo ricostruisce la storia del Museo e delle collezioni, i contesti archeologici degli oggetti in mostra ma anche la storia delle missioni, la loro organizzazione, il loro modo di operare. Foto e documenti d’archivio trovano finalmente posto nel nuovo allestimento, che ha riportato anche visivamente l’Egitto nelle sale: a questo concorrono le splendide ricostruzioni in 3D della Tomba di Kha, della cappella di Maia e della tomba di Nefertari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here