Innamoriamoci dell’Appia

0
805

In occasione della mostra  “L’Appia ritrovata. In cammino da Roma a Brindisi” di Paolo Rumiz e compagni, in corso al Museo archeologico dell’antica Capua fino al 25 marzo 2017, il Polo Museale della Campania, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Caserta e Benevento, con il comitato promotore e la Scabec hanno organizzato una passeggiata lungo l’antica via, con aperture  e visite guidate dei siti archeologici e dei musei, accompagnati letture di brani da fonti antiche e dalla letteratura sull’argomento

La passeggiata “Innamoriamoci dell’Appia” inizia a Santa Maria Capua Vetere, dall’Arco di Adriano, sotto i cui fornici passava la strada, e si snoda attraverso il decumano della città, fino alla necropoli orientale dove sarà possibile visitare i monumenti funerari solitamente chiusi al pubblico: le Carceri Vecchie, nel comune di San Prisco, e la Conocchia, nel territorio di Curti.
Dopo l’Anfiteatro, la tappa successiva sarà la vista alla Mostra “L’Appia ritrovata. In cammino da Roma a Brindisi” che racconta l’intero tracciato della Regina Viarum, con l’intento di far riscoprire i territori, i centri antichi e i monumenti che si incontrano lungo il suo percorso.

La passeggiata termina a Capua,  con la visita al Museo Campano, una sede imprescindibile per narrare la storia di questo territorio, con la straordinaria serie delle madri, i votivi, le terrecotte architettoniche che illustrano il santuario di Fondo Patturelli;  con un focus sull’ansa del fiume Volturno, luogo ideale per raccontare il porto dell’antica Capua e la città di  Casilinum.

La manifestazione ha coinvolto anche i Comuni e le scuole, unendo luoghi di cultura e comunità per attrarre l’interesse di un pubblico sempre più ampio  verso il  patrimonio culturale campano.

La mostra al Museo dell’antica Capua è promossa e finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del progetto “Itinerari culturali e religiosi” (fondi POC) attraverso la Scabec società campana beni culturali, realizzata in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Polo museale della Campania ed è a cura della Società Geografica Italiana onlus e Festival della Letteratura di Viaggio.
Innamoriamoci dell’Appia è il secondo degli appuntamento speciali che si terranno fino al termine del mostra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here