Doppio appuntamento al Museo Egizio in occasione della Pasqua: visite guidate e attività per grandi e piccini

0
483

SESHEN: LUCE DI VITA ETERNA

Appuntamento al Museo Egizio per conoscere i miti e i significati del fiore di loto

A partire da giovedì 29 marzo e fino a lunedì 2 aprile, alle ore 10.10, il Museo Egizio – via Accademia delle Scienze 6 – organizza la visita guidata “Seshen: luce di vita eterna”.

“Seshen” è il nome con il quale gli antichi egizi chiamavano il fiore di loto. Si tratta di un simbolo fortemente connesso alla luce del sole e presente in molti miti faraonici: si narra, infatti, che fu proprio un loto, emerso dalle acque primordiali, a diventare la culla in cui ogni mattina nasce il sole.

Durante questa visita, il pubblico sarà guidato attraverso le sale del Museo, alla scoperta dei reperti più significativamente connessi a questo elemento: raffigurato nei corredi funerari, nell’architettura e nei prodotti artigianali, il fiore di loto simboleggiava per gli antichi egizi la rinascita dopo la morte, la vita eterna, il rinnovamento e la connessione con il sole.

 

VISITA GUIDATA SERALE DEL MUSEO E DELLA MOSTRA “ANCHE LE STATUE MUOIONO”

Il Museo Egizio organizza una visita guidata serale attraverso le sue preziose sale e accompagna i visitatori alla scoperta della mostra “Anche le statue muoiono”

Da giovedì 29 marzo a domenica 1 aprile, il Museo Egizio – via Accademia delle Scienze 6 – organizza una visita guidata a partire dalle ore 18.30, per conoscere la storia dei preziosi reperti custoditi nelle sale del Museo.

Il percorso proposto attraverserà tutti gli spazi espositivi, guidando i partecipanti alla scoperta dei passaggi fondamentali dello sviluppo storico e cronologico dell’antica civiltà nilotica: un vero e proprio salto nel tempo che offre la possibilità di conoscere i misteril’arte e la cultura dell’Antico Egitto.

Il pubblico potrà, inoltre, visitare la mostra “Anche le statue muoiono. Conflitto e patrimonio tra antico e contemporaneo”. Il progetto espositivo – realizzato dal Museo Egizio in collaborazione con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, i Musei Reali e il Centro Scavi dell’Università degli Studi di Torino – indaga un argomento quanto mai delicato e attuale come quello della distruzione consapevole del patrimonio culturale, invitando alla riflessione sull’importanza della sua tutela e conservazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here